Filtraggio per: validation x cancella

Agosto 30, 2018

fix

Abbiamo risolto un bug di E-mail aggiuntive in cui altre e-mail aggiunte ad un ordine di certificato non venivano salvate.

Adesso, quando vai nella pagina dei dettagli Ordine di un certificato e aggiungi e salvi altri indirizzi e-mail nell’ordine, gli indirizzi e-mail aggiuntivi vengono salvati e saranno lì quando torni nella pagina.

fix

Abbiamo risolto un bug dell’e-mail di approvazione certificato di firma codice (CS) dove veniva inviata l’e-mail di approvazione CS quando il richiedente CS era anche un contatto verificato CS.

Ora, quando il richiedente certificato di firma codice è anche il contatto CS verificato per l’organizzazione, abbiamo inviato un'e-mail approvatore CS.

Agosto 1, 2018

compliance

Cambiati gli standard di settore e rimossi due metodi di convalida controllo dominio (DCV) dai requisiti base (BR).

A partire dal 1° agosto 2018, le autorità di certificazione non possono più usare i seguenti metodi di convalida controllo dominio (DCV):

  • 3.2.2.4.1 Convalida del richiedente come contatto dominio
    Questo metodo ha consentito ad una CA di convalidare il controllo del richiedente certificato su un dominio su un ordine di certificato SSL/TLS verificando che il richiedente è direttamente il contatto dominio con il Registrar nome dominio.
  • 3.2.2.4.5 Documento di autorizzazione dominio
    Questo metodo ha consentito ad una CA di convalidare il controllo del richiedente certificato su un dominio su un ordine di certificato SSL/TLS usando la conferma dell’autorità del richiedente di ordinare un certificato per detto dominio secondo quanto contenuto in un Documento di autorizzazione dominio.
    Consulta Scheda 218: Rimuovi metodi di convalida 1 e 5.

Per scoprire ulteriori informazioni su alcuni dei metodi DCV disponibili, consulta Metodi di convalida del controllo del dominio (DCV).

Maggio 25, 2018

compliance

Conformità DigiCert con RGPD

Il Regolamento generale sulla protezione dei dati (RGPD) è una legge dell’Unione Europea sulla protezione dei dati e sulla privacy per tutte le persone che vivono nell’UE. Lo scopo principale è fornire ai cittadini e ai residenti dell’UE un maggiore controllo sui dati personali e semplificare l’ambiente regolatorio per le attività internazionali unificando le norme all’interno dell’UE. Il RGPD è entrato in vigore il 25 maggio 2018. Altri dettagli »

Dichiarazione DigiCert

DigiCert si è impegnata a capire e rispettare il RGPD. Eravamo in linea con il RGPD quando è entrato in vigore il 25 maggio 2018. Consulta Soddisfare il Regolamento generale sulla protezione dei dati (RGPD).

compliance

Impatto del RGPD sulla convalida controllo dominio (DCV) dell’e-mail basata su WHOIS

Il Regolamento generale europeo sulla protezione dei dati (RGPD) è entrato in vigore il 25 maggio 2018. Il RGPD richiede la protezione dei dati per le persone naturali (non le entità aziendali) che risiedono nell’Unione Europea (UE).

DigiCert ha collaborato con ICANN per mantenere disponibili le informazioni WHOIS. ICANN ha annunciato che continua a richiedere registri e registrar per inviare informazioni a WHOIS, con qualche modifica per sistemare il RGPD. Consulta Nota su WHOIS, sul RGPD e sulla convalida dominio.

Ti affidi alla convalida dominio e-mail basata su WHOIS?

Consulta il tuo registrar dominio per scoprire se viene utilizzata un’e-mail resa anonima o un modulo web come modo che hanno le CA per accedere ai dati WHOIS come parte della loro conformità al RGPD.

Per il processo di convalida più efficace, comunica al tuo registrar che vuoi che continuino a usare il tuoi record pubblicati completi o che utilizzino un indirizzo e-mail reso anonimo per i tuoi domini. L’uso di queste opzioni garantirà un impatto minimo o assente sui nostri processi di convalida.

Il tuo registrar usa un’e-mail resa anonima o una modulo web come modo che hanno le CA per accedere ai dati WHOIS? Se sì, possiamo inviare l’e-mail DCV agli indirizzi elencati nel record WHOIS.

Il tuo registrar maschera o rimuove gli indirizzi e-mail? Se sì, dovrai usare uno degli altri metodi per dimostrare il controllo sui tuoi domini:

  • E-mail costruita
  • DNS TXT
  • DNS CNAME
  • Dimostrazione pratica HTTP

Per maggiori informazioni sugli indirizzi e-mail costruiti e altri metodi DCV alternativi, consulta Metodi di convalida del controllo del dominio (DCV).

Maggio 10, 2018

compliance

Gli standard del settore consentono ad un’autorità di certificazione (CA) di emettere un certificato SSL/TLS per un dominio che ha solo dei record CAA che non contengono tag di proprietà "emissione"/"issuewild".

Quando una CA effettua una query su RR CAA di un dominio e trova i record senza alcun tag di proprietà "emissione" o "issuewild", una CA può interpretarlo come un autorizzazione per emettere il certificato SSL/TLS per tale dominio. Consulta Scheda 219: Chiarire la gestione dei set di record CAA senza tag proprietà "emissione"/"issuewild".

Per ulteriori informazioni sul processo di controllo CAA RR, consulta la nostra pagina Controllo dei record risorsa DNS CAA.

Marzo 2, 2018

compliance

DigiCert implementa un processo di verifica dell’unità organizzativa (OU) migliorato.

Secondo i requisiti base:

"CA SHALL implementa un processo che impedisce a un attributo OU di includere un nome, la data di nascita, il nome commerciale, il marchio, l’indirizzo, la sede o altri testi che si riferiscono ad una persona naturale specifica o ad un’entità legale a meno che la CA non abbia verificato queste informazioni secondo la Sezione 11.2…"

Nota: Il campo OU è un campo facoltativo. Non è obbligatorio includere un’unità organizzazione in una richiesta di certificato.

compliance

Solo a scopo informativo, non è necessaria alcuna azione.

A partire dal 1° febbraio 2018, DigiCert pubblica tutti i certificati SSL/TLS pubblici appena emessi nei registri CT pubblici. Tale operazione non influisce su alcun certificato OV emesso prima del 1° febbraio 2018. Non dimenticare che la registrazione CT è necessaria per i certificati EV dal 2015. Consulta I certificati DigiCert saranno registrati pubblicamente a partire dal 1° febbraio.

enhancement

Nuova funzione "Escludi dal registro CT quando ordini un certificato" aggiunta a CertCentral. Quando attivi questa funzione (Impostazioni > Preferenze), consenti agli utenti account di impedire che i certificati SSL/TLS pubblici vengano registrati nei registri CT pubblici in base all’ordine dei certificati.

Quando si ordina un certificato SSL, gli utenti hanno la possibilità di non registrare il certificato SSL/TLS nei registri CT pubblici. La funzione è disponibile quando un utente ordina un nuovo certificato, riemette un certificato e rinnova un certificato. Consulta la Guida alla registrazione CT dei certificati SSL/TLS pubblici CertCentral.

enhancement

Nuovo campo per negare la registrazione CT opzionale (disable_ct) aggiunto agli endpoint API della richiesta di certificato SSL. Inoltre, è stata aggiunta il nuovo endpoint per negare la registrazione CT del certificato emesso (ct-stato). Consulta la Guida alla negazione Certificate Transparency SSL/TLS pubblici API CertCentral.

Ottobre 24, 2017

compliance

Modifica ai controlli dei record risorsa CAA in base agli standard di settore. Modificato il processo per controllare le catene CNAME contenenti 8 record CNAME o meno, e la ricerca non include l’elemento principale di un target di un record CNAME. Consulta Controllo dei record risorsa DNS CAA.

Settembre 8, 2017

compliance

Modifica dell’emissione certificato secondo gli standard di settore. Modificato il processo di emissione certificato per controllare i record risorsa DNS CAA. Consulta Controllo dei record risorsa DNS CAA.

Luglio 28, 2017

compliance

Modifiche di conformità agli standard di settore; miglioramento dei controlli delle violazioni e adempimenti RFC 5280. Consulta Certificati attendibili pubblicamente – Dati inseriti che violano gli standard di settore.

Luglio 21, 2017

compliance

Modifica al processo di convalida per gli standard di settore. Le informazioni di convalida (DCV o organizzazione) più vecchie di 825 giorni devono essere riconvalidate prima di elaborare la riemissione, rinnovo o emissione di un certificato. Altri dettagli »

Luglio 10, 2017

compliance

Modifiche di conformità agli standard di settore; supporto aggiunto per altri metodi di convalida del controllo del dominio (DCV). Consulta Preconvalida dominio: Metodi di convalida del controllo del dominio (DCV).